giovedì 20 novembre 2008

La forza della vita


La testa tra le mani, e il tavolo coperto da bollette, e altre cose da pagare...
E tardi, ma l'orario è l'ultimo dei suoi pensieri,
tanto sa già che non riuscirebbe a chiudere occhio
Demoraizzato rifà nuovamente i conti...
ma niente rimane sempre qualcosa che non potrà essere pagata.
Il pensiero va alle due donne della sua vita:
A quella piccola creaturina di pochi anni, che sta imparando così velocemente a crescere..
e a sua moglie...che dorme per recuperare le forze dopo una giornata di lavoro.
E' frustrato da tutta questa situazione...
lavoro,lavoro...per cosa? per arrivare a non far quadrare i conti..per permettersi a stento il necessario.
"Non è giusto!"..."non è giusto che non posso dare ciò che meriterebbe la mia famiglia"...
Mah a che serve lamentarsi?!..
Alza la testa distogliendo lo sguardo dalle cartaccie che sommergono il tavolo...
e si ferma a quel mobile...
Quel mobile ben chiuso da una chiave...lontano dalla serratura.
Non tanto attratto dal mobile in sè ma dal suo contenuto
...tramandata da un suo zio..ancora perfettamente funzionate vi era riposta una pistola..
poteva essere quella la sua soluzione...sparire dalla faccia della terra..avrebbe risarcito tutto l'assicurazione..
Ormai accecato dalla disperazione si avvinò pian piano al mobile...prese la chiave e la infilò nel buco della serratura...dopo qualche girò...il mobile era aperto.

Nel frattempo nella stanza da letto la piccina si sveglia,stropiccia gli occhietti...
e si mette in piedi nella culletta...vede coi suoi occhietti che la mamma dorme...
e come ha imparato a fare, scavalca con modi goffi le barre della culletta..da una carezzina leggera alla mamma senza svegliarla e va a cercare il papà...
cammina con le sue gambette piano piano, reggendosi al muro seguendo la luce che proviene dalla stanza dove è il papà...arivata vicino alla porta aperta si nasconde un attimo dietro e poi fa "pha"...e corre alle gambe del papà...le allunga le braccia per dirgli "prendimi in braccio"
e lui lo fa...la prende e la alza...
la bimba allora lo abbraccia e dopo poco gli dice alzando la testa dalla spalla e guardandolo negli occhi "papà pechè tei ancora veio?""pechè non veni a fare la nanna?"
In quel momento lui abbandona quel idea assurda che gli era balenata in testa
e risponde ala sua piccina si...ora ci andiamo insieme...dovevo finire una cosa...
La bimba allora poggia la sua testolina a quella del papà, poggiando il naso al suo e guardondolo fisso negli occhi disse prima ridendo "papà ihih...hai solo un occhio"
e poi più seria "ti amo...papà!"
......



13 commenti:

Enigma ha detto...

le parole magiche!^^
sono quelle che danno la forza di andare avanti anche nei momenti peggiori!

buona giornata!!

Follementepazza ha detto...

@ enigma:eh si...buona gionata anche a te cara!!

Silvia ha detto...

Nonostante tutto possa sembrare avverso... la semplicità disarmante dell'amore è la soluzione in grado di risolvere tutti i problemi!

;-)

PS: grazie per aver sostenuto la diatriba con quell'anonimo, certa gente andrebbe ignorata, tanto è gretta, ma talvolta è inevitabile dover rispondere per le rime...

;-)

Follementepazza ha detto...

@ Silvia: già l'amore può risolvere tante cose...o per lo meno renderle più affrontabili...
per quanto riguarda l'anonimo...avei voluto far finta di niente..ma non ci sn riuscita.le persone che insultano senza nemmeno aver il coraggio di firmarsi..bè mi fanno saltare i nervi!ora meglio chiudere qst parentesi
...Ti auguro una buonaserata!!!;-)

johnny says ha detto...

sono molto attratt dal tuo nome, follmente pazza. come dice qualcuno "si può diventare veramente pazzi senza far nemmeno la più piccola pazzia".....un po' fuori tema forse.

Follementepazza ha detto...

@johnny says:Non ti procupare..."Fuori tema"...Non c'è nessuna traccia da seguire...cmq sn d'accordo con il fatto che si può diventare pazzi anche senza far pazzie...Anzi forse proprio il non fare nemmeno la più piccola pazzia porta alla pazzia vera..
cmq. grazie di essere passato!;-)
Buona giornata!

Myriam ha detto...

I figli:è quando guardiamo loro negli occhi che dobbiamo capire il perchè bisogna continuare a lottare e il perchè continuare a vivere anche nei momenti difficili.
E' l'amore che lega una famiglia, che deve dare la spinta a superare le avversità della vita.
Hai scelto una bella tematica.
Io ho creato il mio blog proprio da qualche giorno: è ancora un albero privo di foglie...ma bisogna dare tempo al tempo.Giusto? :)Ciao

Follementepazza ha detto...

@ Miriam:prima di tutto grazie di essere passata...:)
I figli...o mio dio...io figli ancora non nè ho...però so cosa vuol dire la gioia di una piccola vita avendo3sorelle più piccole di me di cui2hanno 8e11anni in meno rispetto me.A parte questo penso che a volte basta una sola parola detta dalla persona giusta che possa rigenerare la "forza della vita"...

Veggie ha detto...

La forza della vita... il titolo di questo post è bellissimo... C'è anche una canzone che s'intitola così... e anche quella è meravigliosa... E penso che questo post interpreti alla perfezione il messaggio della canzone... Bisognerebbe tutti rimanere bambini un po' più a lungo...

Follementepazza ha detto...

@ veggie:Conosco la canzone se nn sbaglio è di vallesi...il titolo mi è venuto proprio perchè mi sn ricordata della canzone:)mi sembrava abb. azzeccato...
Per qnt riguarda il rimanere bambini...è una sacrosanta verità...io un pò bambina però ci sn rimasta...infatti con i bambini sembra che me la cavi abbastanza bene..qst me lo spiegata cn il fatto che mi adeguo ai bambini...con la scusa di stare attenta gioco anch'io:)

Myriam ha detto...

:) Di nulla, leggere i blog degli altri aiuta a confrontarsi e a capire quali sono i pensieri, le opinioni e i problemi di chi non conosciamo personalmente.
Grazie anche a te di avermi fatto visita!;)Ti ho risposto anche sul mio blog.
Beh..figli non ne ho neanche io, compio 21 anni fra qualche giorno :)
Ma anche se non siamo mamme, sappiamo già che sono la "gioia della vita".
Hai ragione, è sufficiente una sola ed importante parola detta da una persona amata, perchè ci si rafforzi e si torni a credere di poter superare i problemi. Ciao

Alias ha detto...

LA VITA E' VERAMENTE COSI' DURA? A VOLTA SEMBRA ANCHE A ME. SE NON FOSSE PER I NOSTRI BAMBINI, CHE SONO FATTI PER SALVARCI DAI NOSTRI PROBLEMI NEI QUALI CI LASCIAMO AFFONDARE COME UNA PIETRA LANCIATA IN ACQUA...SAREMMO PERSI. ANCHE STAVOLTA L'AMORE PARE SIA L'UNICA CURA CONTRO QUASI TUTTI I MALI.
ALIAS

Follementepazza ha detto...

L'amore è sempre la cura di tutto...la soluzione che porta solo bene...Ti auguro una BuonaNotte Nicole!