venerdì 26 giugno 2009

strilla di silenzio

Con cura allevata,
nutrita
cresciuta
tanto da illudersi di essere amata
ma non erano per affetto le cure che riceveva.



Quelle attenzioni la resero presto
simile alla perfezione...
così dalla vita vera fu allontanata
e mantenuta a quella perfezione al freddo di un congelatore.

Un uomo...
vedendola in vetrina..
"Rosa perfetta"
pensò che fosse il dono ideale
per la lei che rivedeva nella perfezione di quella rosa.


Ma quel regalo non fu nemmeno considerato...
persino rifiutato....
gettato con un gesto.

Ed ecco che giace a terra
quando poco tempo prima si sentiva amata
persino fortunata...


ed ora che il vento la spogliava dai suoi petali
che accarezzando l'asfalto si allontanavano lontano...


Una ragazza passando da quella strada
dove vi era la rosa,
di alcuni petali denudata...
attratta dalla sua bellezza residua
la raccoglie per osservarla da più vicino...
ma distratta si punge a una spina...
e la lascia cadere di nuovo..una goccia di sangue dal dito feritoma dopo qualche istante torna a raccoglie quel fiore
con più attenzione...
portandoselo con se.


Stanca della giornata la govane donna se ne va a dormire.
Al risveglio...
Ogni cosa che la circonda le sembra strano..
anche se tutto è uguale a come è sempre stato...
lo sguardo si posa a quella rosa che sembrava osservarla


e poi al piccolo graffio che si era procurata...
ora quasi inesistente.

Si sente strana...la sensazione che qualcosa è cambiato
Squilla il telefono...
alza la cornetta ...e...


la voce non esce....


sente parlare dal'altra parte...


ma quella voce esprime suoni che non riesce a comprendere


riprova a parlare...nessun suono...però la voce dall'altra parte del telefono sembra essersi
silenziata d'immprovviso....
prova così ad urlare...
ma nessun suono sembra generare
esce fuori
prova di nuovo ad urlare tra la gente
ma niente
anzi tutti quanti smisero di parlare
e di emettere qualsiasi rumore...
anche se muovevano dispertamete le labbra

non riuscivono più a parlare
solo in silenzio ora poteva strillare.

12 commenti:

Veggie ha detto...

Aver voglia di urale, eppure rimanere in silenzio... quante volte mi è capitato nella vita... E non prechè non si sappia quali parole usare, ma perchè la gente non riesce a sentire... E qui non servono rose, non serve la perfezione, non servono gli altri... serve solo il coraggio di rinascere, di nuovo noi stesse, uguali eppure cambiate, cresciute...

NERO_CATRAME ha detto...

Le urla del silenzio,tremendo,devastantequando l'incomprensione non da speranze.chi non sente,chi non vuol sentire,chi sente solo se stesso.E si va avanti eil nulla prende forma,attorno anoi.

Clelia ha detto...

Sono d'accordo con veggie a volte le persone sono sorde al dolore altrui.

Cleia

Enigma ha detto...

che incubo!! mi ricorda un sogno in cui cercavo di parlare, ma non mi usciva nessun suono.. allora provavo a gesticolare, per richiamare l'attenzione. Niente! La cosa peggiore era che qualsiasi cosa io facessi nessuno si accorgeva di me.. ero come invisibile!

Lorenzo ha detto...

il mio sogno è non dover (quasi) mai parlare.

p.s. nulla è irrimediabile o completamente da rifare. basta cliccare su modifica post per aggiungere una enne,

Squilibrato ha detto...

Mi scusi, Signora Blog (il tuo è femmina, credo), se le mie strilla di silenzio sono troppo stridule, non posso fare a meno di soffocarle in un falsetto.

Lo dicevo io!

xtravaned ha detto...

Ciao pazzoide:)) Tutto bene? E' da molto che non passo qui...ciao a presto..

Walter Ego ha detto...

Sempre molto profondo quello che scrivi.

Follementepazza ha detto...

@Veggie:sn daccordo cn te...bisogna avere il coraggio (e aggiungerei anche la forza) di rinascere...

@ NERO_CATRAME:che altroaggiungere solo uno scontato...già

@Clelia:Sorde...e non solo...:(

@Enigma:Possosolo immaginare l'orrore del tuo incubo...la cosa bella di un incubo però è che ci si sveglia sempre...;)

@Lorenzo:è quando che ho dà urlare che se non ho voce...mi inizia a far malela gola...(cosa centra qst I don't know)...p.s.:se ho fatto qlk errore nel post mmm perdonne moi :-P.

@Squilibrato:questo blog ha deciso di avere una sessualità alternato un giorno è una signora e un giorno è un signore...uhuhuh...
cmq perdonato dal blog..che pè abituato alle mia strilla...dunque...

@xtravaned:ciao ;)

@Walter Ego:è molto profondo perchè scrivo dal fondo di un pozzo...(se se cm no)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

questo post mi ha ricordato un episodio bellissimo di buffy in cui tutti in città perdono la parola per colpa del sortilegio di un demone

Squilibrato ha detto...

Volevo solo dire che Fraton anafestizza nei luoghi più oscuri della mente. Ora lo sai.

MyLove ha detto...

sto urlando come fai a non sentire il miop dolore??devessere il volume dell'ipod troppo alto